72 Views

31 Maggio 2012
SISMA: GARA DI SOLIDARIETA’ TRA I CITTADINI, BOOM RICHIESTE PER PARMIGIANO TERREMOTATO

Decine tra mail, messaggi sui social network e telefonate per acquistare il parmigiano reggiano terremotato. Per far fronte alle numerose richieste di chi vuole esprimere solidarietà acquistando Parmigiano Reggiano “terremotato” e gli altri prodotti agroalimentari tipici dei territori colpiti dal sisma, Coldiretti ha attivato l’e-mail terremoto@coldiretti.it a cui ci si può rivolgere specificando nome, indirizzo, telefono, prodotto e quantitativo cui si è interessati. “La nostra provinciale risponde all’appello della solidarietà – commenta Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti – sono arrivare richieste ai nostri uffici, attraverso i più diversi strumenti di comunicazione, per acquistare parmigiano reggiano terremotato e contribuire così ad aiutare i produttori in questo tragico frangente”.
L’attivazione della mail, – l’iniziativa è stata attivata su scala nazionale - dimostrazione della volontà di ricominciare delle imprese colpite da sisma, è stata sollecitata dalle richieste dei cittadini che hanno intasato i centralini e la posta elettronica di Coldiretti in una sorta di gara di solidarietà. Coldiretti e i produttori coinvolti, pur nelle grandi difficoltà organizzative causate dal sisma, puntano ad estendere la vendita anche attraverso i negozi, le botteghe e i mercati di Campagna Amica.

Per evitare meccanismi di speculazioni, e dare ai consumatori le necessarie garanzie sulla qualità, Coldiretti fa sapere che sono in corso le opportune verifiche sul prodotto che può essere commercializzato, sulle modalità di acquisto e sui punti di vendita. Non appena Coldiretti sarà in grado di fornire informazioni in merito, lo farà con comunicati stampa ai media e sul sito www.coldiretti.it e alle stesse mail ricevute dai cittadini. “I nostri uffici e i nostri referenti sono a disposizione dei cittadini – conclude Tongiani – il territorio farà la sua parte, ancora una volta”.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi