87 Views

10 Maggio 2010
PASTORI: EDIZIONE RECORD PER LA MADONNA DEGLI OLIVETI, I PASTORI TORNANO NEI PASCOLI DELLA ZIA

 Migliaia alla tradizione festa della Madonna degli Oliveti. Complice le favorevoli condizioni meteo di una domenica primaverile, e un’agenda fittissima di iniziative collaterali, la Festa della Madonna degli Oliveti, tra i più “antichi” appuntamenti della Provincia di Massa Carrara, ha fatto registrare un afflusso record con migliaia di visitatori nell’arco dell’intera giornata. Complice, la prima festa prima festa provinciale degli allevatori della pecora massese e capra apuana promossa dalla Coldiretti Provinciale  in collaborazione con l’Associazione Regionale Allevatori con il patrocinio della Camera di Commercio, Provincia di Massa Carrara, Comune di Massa e il Comitato Parrocchiale, che ha richiamato negli spazi del Santuario, epicentro delle celebrazioni la mattina (erano presenti alla funzione religiosa l’assessore provinciale, Domenico Ceccotti, l’assessore comunale, Luigi Della Pina, il Presidente Provinciale Coldiretti, Vincenzo Tongiani e il Direttore, Francesco Ciarrocchi) e di un lungo palinsesto di piccoli grandi eventi come la sagra, la mostra fotografica, il museo etnologico delle Alpi Apuane, il distributore del latte automatico, l’iniziativa “Un fiore per il santuario” che ha permesso di raccogliere oltre 2 mila euro da destinare alla parrocchia e il mercato di “Campagna Amica” – tantissime persone.
Una festa che ha visto tornare i pastori, con i loro greggi, nei pascoli della zona industriale apuana grazie all’iniziativa promossa dall’organizzazione agricola in collaborazione con
 l’Associazione Regionale Allevatori che ha premiato, con una pergamena di riconoscenza per l’assiduo lavoro di miglioramento della razza e di valorizzazione delle razze autoctone, Matteo Paolini, Giovanni Paolini, Francesco Attuoni e Gabriele De Freo. Tantissimi i bambini e le famiglie che hanno preso d’assalto la fattoria didattica con decine di capi di pecora massese e capra apuana in vetrina. Molta la curiosità per il debutto assoluto della pasta dai coltivatori toscani prodotta con grano duro della regione e frutto del controllo della filiera al 100% presentata durante l’appuntamento con una degustazione collettiva (nella foto Vincenzo Tongiani e Domenico Ceccotti). Un prodotto che rientra tra i prodotti del paniere di una filiera agricola tutta italiana e che sarà possibile trovare nei mercati di “Campagna Amica” e nei negozi a partire da queste settimane.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi