83 Views

16 Febbraio 2011
MALTEMPO: STATO DI CALAMITA’, ORA MISURE DI PROVINCIA E CAMERA DI COMMERCIO

Circa 800 mila euro i danni stimati dall’agricoltura apuana. Erano state 87 le richieste. A stilare un primo, e ancora approssimativo bilancio dei danni provocati dagli eventi atmosferici dello scorso autunno, è la Coldiretti Provinciale che ha ricevuto, poco dopo l’ufficialità, la notizia della dichiarazione dello stato di calamità da parte del Ministro alle Politiche Agricole, Giancarlo Galan. Una misura attesa, come aveva ricordato la dirigenza dell’organizzazione agricola alcuni giorni fa, in occasione della presentazione dell’accordo tra CreditAgri e Banca Apuana che ha messo nel piatto 750 mila euro di finanziamenti a tasso agevolato, e che potrà permettere alle aziende di ripartire. Ora si attendono anche le misure promesse dalla Provincia di Massa Carrara e dalla Camera di Commercio, la cui attivazione era subordinata alla dichiarazione dello stato di calamità che sarà finanziata attraverso il Fondo di Solidarietà Nazionale. “E’ un passaggio importante – ha commentato Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti – che ci consentirà di attivare anche le misure a livello locali promesse da Provincia e Camera di Commercio. Ora spendiamo bene quelle risorse che saranno erogate per le aziende sviluppando, prima di tutto, una cultura della prevenzione e della tutela del territorio. Altrimenti rischiamo di rendere vani gli sforzi che abbiamo fatto sino a qui per ottenere lo stato di calamità e per attivare tutte quelle misure di agevolazioni che consentiranno alle imprese agricole del Candia e della zona di costa colpite di ripartire. Gli eventi che hanno interessato il nostro territorio – conclude Tongiani – hanno colpito profondamente il nostro territorio e la nostra comunità, e devono essere di monito e memoria per il futuro. Ora ripartiamo”.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi