8 Aprile 2021
Maltempo: il gelo brucia zucchine e mele, risveglio artico per agricoltura Massa Carrara

Gli ortaggi di stagione “bruciati” dal gelo a Massa Carrara. Le temperature scese fino a meno 4 gradi di questa notte, accompagnate in Lunigiana anche da nevischio, hanno danneggiato le produzioni in molti territori anche sulla costa. Non solo ortaggi ma anche la pregiata varietà di mela rotella della Lunigiana e di altre piante da frutto che avevano appena vegetato.

E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti dell’ondata di freddo artico sulla provincia di Massa Carrara. I danni alle coltivazioni si registrano principalmente sulla zona di costa ed in Lunigiana dove al risveglio gli agricoltori hanno trovato gli abbeveratoi ghiacciati. Oltre a frutta e verdura a rischio le coltivazioni più precoci di mais, che potrebbero dover essere riseminate ma fuori dal riposo invernale e, pertanto, più sensibili al gelo, ci sono anche la vite e l’ulivo.

“Da un primo monitoraggio effettuato già questa mattina risultano decine di aziende con produzioni praticamente dimezzate a causa del crollo delle temperature. – commenta Francesca Ferrari, Presidente Coldiretti Massa Carrara – Molte aziende avevano piantato da pochi giorni zucchine, pomodori, peperoni ed altri ortaggi di questa stagione. Produzioni che avrebbero dovuto essere destinate alla vendita diretta e ai mercati. Lo shock termico ha bruciato tutto. Difficile fare una stima del danno oggi ma una cosa è certa. Molte aziende dovranno ripartire da zero e piantare nuovamente tutto per avere il raccolto. Il monitoraggio proseguirà anche nelle prossime ore”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi