87 Views

24 Gennaio 2010
FILIERA CORTA: LATTE ALLA SPINA, ARRIVA A MONTIGNOSO LATTERIA A GETTONE

Dalla mucca al bicchiere. Arriva anche a Montignoso, in via Scorrimento a Capanne (nell’area verde antistante il distributore di benzina) la latteria self service di latte promosso dall’Amministrazione Comunale di Montignoso, in collaborazione con la Coldiretti Provinciale, Lunigiana Amica” e l’azienda agricola Mariella Lenzetti che già rifornisce quotidianamente il distributore massese. Un vero e proprio boom quello del latte sfuso (sono oltre 20 i punti vendita in Toscana, 1200 in tutta Italia) riscoperto da migliaia di consumatori che fanno la fila, ad ogni ora, di fronte al distributore a gettone di fronte alla rotonda di San Francesco per assicurarsi “il litro” (oltre 300 litri distribuiti al giorno). Dalle mamme con i passeggini all’anziano nostalgico del “vecchio” latte portato, un tempo, con i contenitori di latta a bordo di un motorino o sulle spalle come uno zaino di casa in casa, c’è voglia di tornare a scoprire i sapori e i profumi, quelli dei campi, del verde, delle mucche che pascolano libere.
Il latte finalmente potrà essere acquistato direttamente, senza intermediari, e soprattutto freschissimo (o ancora “caldo”), in presa diretta dall’allevatore nel rispetto del progetto di una “filiera agricola tutta Italiana” promosso, su scala nazionale, dall’organizzazione agricola.
“Un’iniziativa importante – ha spiegato il Sindaco di Montignoso, Federico Binaglia che ha avuto l’onore di essere il primo consumatore della latteria – che rientra nel progetto di Agenda 21 mirata al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e della valorizzazione, attraverso la filiera corta e la vendita diretta, dei prodotti locali, ed in questo caso del latte. Siamo sicuri che riscuoterà subito un grande successo”. Parole profetiche quelle del primo cittadino. Non ha avuto il tempo di “brindare” che la latteria è stata subito presa d’assalto da decine di persone. “La stavamo aspettando – hanno detto – questo latte è fantastico”.
Tutti i giorni, 24 ore su 24, ci si potrà recare alla simpatica casettina in legno e basterà, come quotidianamente si fa con le macchinette del caffè e delle bibite, inserire le monete  (accetta monete da 10, 20, 50 e 1 euro ma anche il cartaceo con tanto di resto oltre alla possibilità della “chiave” ricaricabile) per acquistare un litro (o più) con 1 solo euro (il contenitore può essere riutilizzato o acquistato direttamente).
Obiettivo del distributore: garantire qualità, risparmio e provenienza certa del prodotto. Il consumatore infatti, risparmierà in media da 40 a 60 centesimi (circa il 40%) grazie alla riduzione di intermediazioni. Enormi benefici anche per l’ambiente. In media ogni famiglia produce 365 cartoni o bottiglie di plastica di latte all’anno. Grazie alla bottiglia di vetro, che può essere acquistata e riutilizzata più volte (è riciclabile), il risparmio assume una doppia valenza: il latte costa meno, e inquina di meno.

COSA, COME, PERCHE’, CHI…IL LATTE CRUDO

Che cos'è il latte crudo
Si definisce “latte crudo” il latte allo stato naturale, così com'è prodotto dalla mucca, prima ancora che essa venga pastorizzato e impacchettato. È latte che non ha subito trattamenti termici: intero e genuino, saporito, cremoso, vivo, con tante vitamine.

Quanti giorni si conserva il latte crudo? 2 giorni crudo, 4 o 5 giorni se bollito (va bollito poco dopo l'acquisto).

Posso comprarne meno di un litro?
Certamente, in base a quante monete inserisci nel distributore. Se 1 litro di latte costa 1 euro, con 50 centesimi puoi averne mezzo litro, o addirittura 20 cc inserendo 20 centesimi.

Con che frequenza viene riempito il distributore di latte crudo? Quotidiana. Ogni giorno la "cartuccia" del latte rimasto viene sostituita con una piena.

Che fine fa il latte rimasto nel distributore al momento della sostituzione? Viene utilizzato per fare ricotta e altri formaggi.
Consigliamo di portare con se una bottiglia di vetro.
La bottiglia di vetro è lavabile (anche in lavastoviglie) e si può utilizzare moltissime volte, permettendovi di risparmiare e di non buttare via nulla.
È consigliabile portare con se anche una borsa termica, per preservare la bassa temperatura del latte fino a casa vostra.

Come lavare la bottiglia di vetro In lavastoviglie, oppure con acqua calda ed un goccio di aceto bianco per sgrassarla. Risciacquare con poca acqua, ma più volte.

Vantaggi ambientali
Meno camion sulle strade! Il latte crudo non viene trasportato per chilometri e chilometri, viene da vicino a te
Meno rifiuti! Il latte crudo non è impacchettato (puoi andarlo a prendere con la tua bottiglia in vetro, lavabile e riutilizzabile)
Nessuno spreco! Il latte non erogato dai distributori dopo 24 ore viene utilizzato per fare la ricotta e altri formaggi.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi