69 Views

9 Settembre 2010
FILIERA CORTA: IL KM ZERO ENTRA IN FABBRICA, GRUPPO D’ACQUISTO DIRETTO PER SKF INDUSTRIE

La filiera corta apuo-lunigianese firmata dagli agricoltori locali entra in fabbrica. Nasce all’interno della Skf Industrie Spa, azienda leader nella fabbricazione di cuscinetti attiva nella Zona Industriale Apuana, il primo gruppo di acquisto diretto da parte dei dipendenti che potranno fare la spesa su ordinazione e ricevere, direttamente sul posto di lavoro, in giorni prestabiliti, frutta e verdura, olio e vino, formaggi e confetture e tutti quei prodotti che esaltano “la toscanità” dell’agricoltura locale e che godono della stagionalità e di un rapporto qualità-prezzo senza pari (risparmi anche oltre il 30%). I prodotti a km zero, sgravati da costi di intermediazioni e dalla dubbia provenienza, fanno il loro ingresso all’interno del sistema industriale grazie al progetto, il primo a livello Provinciale rivolto al ramo dell’industria, promosso dalla Coldiretti Provinciale e da Impresa Verde in collaborazione con l’associazione “Lunigiana Amica”, cabina di regia per la promozione e la commercializzazione del Made in Massa Carrara di cui fanno parte le aziende agricole del territorio e i principali consorzi di tutela. ”E’ il primo tentativo – spiega Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti – di ampliare il bacino di commercializzazione dei prodotti della filiera agricola tutta italiana all’interno di un sistema industriale dove operano e lavorano centinaia di dipendenti. Il vantaggio è per entrambe le parti: alle nostre aziende la possibilità di allargare il giro di clientela e di vendere i loro prodotti direttamente e senza passaggi di mano; ai dipendenti Skf la garanzia di prodotti di qualità, certificati, convenienti e di stagione. Il nostro progetto per la costruzione di una filiera agricola tutta italiana firmata dagli agricoltori non si limita ai soli mercati di “Campagna Amica” nati ad Avenza e in Lunigiana, ma ad un sistema integrato di occasioni capace di raggiungere tutta la cittadinanza. Si pensi ai distributori del latte e al gelato a km zero che tanto ha riscosso successo, ma anche ai mercatini degli agricoltori estivi e alla pasta di grano duro toscano venduta all’interno dei nostri mercati. Il nostro obiettivo è facilitare il consumatore e le imprese”. Ma come funzionerà il gruppo di acquisto? “Ogni lunedì – spiega Paolo Trentin, Referente Interprovinciale Massa Carrara e Lucca – il gruppo di acquisto invia all’associazione di Lunigiana Amica l’ordine con il numero di confezioni prenotate. Nelle confezioni ci sarà frutta e verdura ma anche prodotti locali come olio e vino a seconda della disponibilità e del periodo dell’anno; la stagionalità è una delle caratteristiche del progetto. La consegna sarà effettuata il venerdì – spiega ancora Trentin - nella fascia oraria che va dalle 13 alle 14,30 e dalle 21,50 alle 22,20 per permettere ai dipendenti di ritirare la confezione. L’esperimento durerà per tre mesi, per poi renderlo annuale”. Un progetto a cui Coldiretti crede moltissimo: “Tutte le iniziative sviluppate in questa direzione nella nostra Provincia, ed in generale in Toscana, stanno funzionando benissimo, e stanno diventando un punto di riferimento per la comunità. La filiera corta – conclude la principale organizzazione agricola - è la risposta alla crisi economica, questo è vero, ma anche un sistema integrato di imprese che guarda al futuro”.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi