85 Views

1 Agosto 2011
FILIERA CORTA: IL DISTRIBUTORE AUTOMATICO NEL PARCO GIOCHI, INAUGURATA LA TERZA FATTORIA DEL LATTE

Il distributore automatico di latte crudo nel Parco Giochi tra altalene e giostrine. La filiera corta del latte, quella del latte che “sa di latte” arriva anche nel cuore del parco pubblico del Brugiano (di fronte al ristorante Hyppopotamus) di Marina di Massa dove è stato installato il terzo distributore a livello provinciale rifornito dall’azienda agricola di Mariella Lenzetti.
Frutto della collaborazione tra il Comune di Massa, Regione Toscana, Coldiretti e l’azienda che già è impegnata della fornitura, ogni giorno, di latte per le milk slot machine di Massa (rotonda San Francesco) e Montignoso (via Scorrimento a Capanne) per la gelateria “Lo Scoiattolo” dove si può mangiare il primo gelato a km zero della Toscana, sarà finalmente possibile anche per gli abitanti della zona di costa, ma anche turisti, acquistare con 1 solo euro – contro 1,30-1,40 della grande distribuzione - latte appena munto, freschissimo, buonissimo, proveniente dalle stalle di Via del Duca ad una manciata di chilometri di distanza.
Al vernissage della nuova “fattoria del latte”, lunedì mattina, i vertici di Coldiretti guidati dal Presidente Provinciale, Vincenzo Tongiani e dal Direttore Provinciale, Francesco Ciarrocchi, l’Assessore Comunale all’Istruzione, Carmen Menchini; l’Assessore all’Ambiente, Andrea Ofretti; l’Assessore Provinciale all’Agricoltura, Domenico Ceccotti e il Funzionario della Regione Toscana, Simone Tarducci.
Un progetto che punta, ed in parte lo ha già fatto, come testimonia la particolarità della location, un parco giochi frequentato ogni giorno da decine di famiglie, ad educare i bambini al consumo di prodotti locali attraverso anche laboratori e visite in fattoria. “Le nostre mense –  spiega l’Assessore Comunale all’Istruzione, Carmen Menchini – somministrano già prodotti biologici durante l’anno scolastico, oltre ad aver attivato, nell’anno appena chiuso un percorso di educazione per i bambini delle scuole elementari mirato a sensibilizzarli al consumo di prodotti del territorio”. Un legame forte, tra tipicità e territorio “esortato e valorizzato da queste iniziative – ha commentato Domenico Ceccotti, Assessore Provinciale all’Agricoltura – ed il fatto che sul territorio siano già attivi ben 3 distributori automatici è sintomatico della richiesta da parte del consumatore-cittadino”.
La filiera del latte, e quindi la filiera corta agricola tutta italiana che sta al centro del nostro progetto nazionale, non premia solo chi consuma, soprattutto premia chi produce: “Così, tagliando le intermediazioni – ha concluso Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti – diamo una risposta economica a chi produce garantendo un prezzo decisamente più vantaggioso. Il latte è un esempio emblematico di una filiera che subisce gli effetti di distorsioni e di speculazioni che danneggiano chi sta agli estremi, chi consuma e chi produce appunto. I distributori automatici sono uno strumento concreto per avvicinare due elementi fondamentali della filiera”.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi