82 Views

10 Febbraio 2011
CREDITO/MALTEMPO: 750 MILA EURO A DISPOSIZIONE PER LE IMPRESE DANNEGGIATE, ACCORDO CREDITAGRI-BCC APUANA

750 mila euro per far ripartire le aziende agricole danneggiate dagli eventi atmosferici che hanno colpito violentemente il territorio provinciale a cavallo tra la notte del 31 novembre e il 1 dicembre. Dopo le proteste, la paura, lo sgomento, e la minaccia di una class action collettiva da parte della Coldiretti, è il momento di ripartire, ricostruire e mettere in sicurezza le colline del Candia e le zone della costa interessate dagli allagamenti.
Decolla la fase uno del progetto di rilancio della Coldiretti attraverso lo strumento di CreditAgri - l’Associazione che raggruppa CreditAgri Italia, ente di garanzia fidi, e le società di mediazione creditizia operanti a livello regionale e interregionale nell’ambito del Sistema Coldiretti - e la Banca del Credito Cooperativo Apuano che consentirà ad una cinquantina di aziende agricole, tra il Candia e la zona di costa, che hanno subito danni importanti di ottenere prestiti chirografari fino a 15 mila euro a tassi estremamente agevolati fino a 60 mesi. Finanziamenti che serviranno per effettuare i primi interventi di messa in sicurezza in attesa della dichiarazione di stato di calamità e di altre forme di sostegno promesse da Provincia e Camera di Commercio.
“Non è certo un caso – sottolinea Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti durante la presentazione della convenzione all’agriturismo “Il Foscalino” – che questo accordo, molto importante dal punto di vista del sostegno economico, sia stato siglato all’agriturismo Il Foscalino, diventato sfortunato simbolo di un equilibrio idrogeologico fortemente compromesso. La convenzione punta a fornire una prima risposta concreta alle aziende che hanno subito danni in attesa della dichiarazione di stato di calamità che dovrebbe essere ufficiale tra giorni. Ci sarà poi – anticipa Tongiani - un impegno da parte della Provincia e della Camera di Commercio nel garantire altre forme di finanziamento e sostegno del rilancio delle attività agricole. Questa è solo la prima fase del nostro progetto per ripartire”.
La convenzione oltre ad individuare soluzioni e prodotti finanziari specifici per il settore agricolo, prevede la fornitura di prodotti che vanno dal finanziamento per l’anticipo dei contributi pubblici, al finanziamento senza cambiale agraria per l’acquisto bestiame, al finanziamento per l’acquisto di macchinari ed attrezzature agricole, al consolidamento delle passività pregresse, oltre all’acquisto e la ristrutturazione di immobili destinati all’attività agricola o agrituristica e all’agricoltura multifunzionale in genere. Credito che Coldiretti, attraverso il braccio operativo di CrediAgri, auspica “sarà utilizzato in parte anche per realizzare studi per la messa in sicurezza prima di approntare qualsiasi intervento. E’ fondamentale – spiega ancora Tongiani – ripristinare le regole agronomiche di base che hanno caratterizzato la zona del Candia in particolare. La dove la presenza dell’uomo ha modificato la struttura idrogeologica si sono verificati i danni maggiori. Bisogna prima ristabilire gli equilibri”.
Strategico e fondamentale il ruolo della Banca Apuana che ha messo a disposizione il plafond: “Abbiamo colto con grande piacere l’opportunità di siglare una convenzione per contribuire, attraverso la concessione di forme di credito agevolato – spiega Ezio Bertazzoni, Presidente Bcc Apuana – le imprese agricole del territorio che hanno subito danni e disagi durante gli eventi che noi tutti abbiamo bene impressi nella memoria. In particolare la convenzione è stata pensata per le aziende del Candia che dovranno intervenire, in alcuni casi notevolmente, sui vigneti per ripristinarli e riportarli in sicurezza. E’ una convenzione che permetterà alle imprese di avere garantiti tassi molto agevolati e vantaggiosi rispetto a quello che è il libero mercato, e che conferma il forte radicamento della nostra banca nei confronti del territorio in cui opera”.
Un’operazione che conferma l’importanza dello strumento CrediAgri per il mondo agricolo: “Un’operazione – conferma Simone Ferri Graziani, Presidente CreditAgri – di forte impatto e concretezza e che va incontro alle necessità delle imprese. Una risposta immediata, tempestiva e tangibile nel breve termine. Il nostro ente, in questa fase, agevolerà il compito degli agricoltori, e metterà in condizioni l’impresa di ottenere una fotografia esatta dello stato e delle sue potenzialità. Il nostro compito è agevolare le imprese e metterle nelle condizioni di avere credito, finanziamenti e agevolazioni. L’auspicio è che questo accordo sia di stimolo per gli altri istituti di credito, e che sia solo il primo di una serie di collaborazione con il sistema del Credito Cooperativo”.

Per info www.massacarrara.coldiretti.it

Quando acquisti un prodotto alimentare leggi l’etichetta?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi