81 Views

18 Novembre 2010
AGRICOLTURA: A CARRARA LA GIORNATA DEL RINGRAZIAMENTO CON UN PENSIERO ALLE VITE SPEZZATE DA UN TERRITORIO CHE SI RIBELLA

E’ la giornata religiosa dell’agricoltura, l’appuntamento solenne della benedizione dei prodotti della terra e dei mezzi agricoli, ma la prossima “Giornata del Ringraziamento” promossa da Coldiretti, in programma domenica 21 novembre ad Avenza, in Piazza Finelli, sarà l’occasione per ricordare le tre persone morte sotto le frane che hanno coinvolto la Provincia di Massa Carrara nella notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre. Il pensiero andrà inevitabilmente lì, a quelle tre vite spezzate dall’incuria di un territorio che se non rispettato, sa ribellarsi. Doveva essere una giornata di Festa, ed in parte lo sarà, in uno dei luoghi simbolo dell’attività degli agricoltori a livello provinciale, quella Piazza Finelli dove ogni venerdì mattina si tiene il mercato di “Campagna Amica”. L’agricoltura e gli agricoltori si fermeranno, per un giorno lasciando campi e poderi, serre e semine, per pregare e per ringraziare il Signore del cielo e della Terra durante la Santa Messa alla Chiesa di San Pietro (inizio ore 11,15) aperta dall’ arrivo dei trattori. “Una giornata molto attesa dal mondo agricolo – sottolinea Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti – e da chi vive l’agricoltura ogni giorno. Purtroppo si celebra in un clima di forte criticità dove il territorio ha palesato la sua fragilità e si è ribellato all’operato dell’uomo. Questa è una festa per ringraziare di quello che ogni giorno riusciamo a raccogliere, e ci saranno anche coloro che, a causa del maltempo, delle piogge e delle frane, degli allagamenti della zona di costa, non riusciranno a farlo perché la nostra fede e fiducia non ha limiti. Ricorderemo le tre persone che hanno perso la vita, una notte del 31 ottobre, mentre si trovavano in casa o a difendere dagli smottamenti il lavoro e il sudore, la passione e il sacrificio”.
Un programma denso e solenne con la benedizione dei prodotti della terra e dei trattori, che aiutano l’agricoltore nel duro lavoro dei campi e che da sempre hanno costituito l’elemento di festa. A chiusura la sfilata dei trattori per le vie del centro di Avenza e la degustazione dei prodotti locali con il brindisi all’annata 2010/2011 dei vini dei produttori del Candia. Ed è proprio il Candia l’altro grande motivo per fermarsi a riflettere: “Il territorio – conclude Francesco Ciarrocchi, Direttore Provinciale Coldiretti – attraverso questi segnali tenta di dialogare con noi, e di farci capire che la direzione che abbiamo preso non è quella corretta. C’è molta preoccupazione tra i produttori del Candia che non sanno ancora, ne quando, potranno iniziare a recuperare i terrazzamenti. L’annata del prossimo anno è in parte a rischio. Serve una profonda analisi da parte di tutti. L’agricoltura ha dimostrato, la dove è presente, di essere un valore e un presidio fondamentale per la difesa del territorio. Alle famiglie e agli agricoltori che hanno subito danni e perso la fiducia diciamo di non mollare, e di continuare a credere che l’agricoltura salverà il territorio. Gli agricoltori sono eroi”.

Ecco il programma nel dettaglio:
Ore 10,30 – Raduno delle macchine agricole e dei trattori in Piazza Finelli
Ore 11,15 - Celebrazione della S. Messa e benedizione dei prodotti
Ore 12 – Benedizione dei mezzi agricoli e sfilata dei trattori per le vie del centro di Avenza
Ore 13 – Degustazione di prodotti tipici e brindisi all’annata 2010/2011

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi